Questa è una piccola casa,entrando sentirai odore di rosa,thè e cioccolata.Sarai avvolta da colori tenui e delicati.Ogni oggetto avrà una storia da raccontare,qualche poesia ti cullerà...........e questo è un invito a farti sognar.......
i miei cari lettori:ogni finestrina che si apre è un nuovo sorriso che nasce

Lettori fissi

ME

La casa è la mia passione!Amo le tazze inglesi,i pizzi e i merletti,il rosa e le rose.Amo arredare in romantico,adoro lo shabby-chic, il vintage.Sono felice con le piccole cose,amo i colori dell'autunno,le atmosfere dell'inverno e del natale.Adoro la pioggia che batte sui vetri,i tramonti sul mare e sui tetti delle case,le foto dei miei figli bambini!Mi piace sognare!
PREGO! ACCOMODATEVI!

Prego!Accomodatevi!

Prego!Accomodatevi!

potete sedervi a tavola!

potete sedervi a tavola!

giovedì, aprile 11, 2013

L'ANGOLO DEI RICORDI(RACCONTI,EMOZIONI,NOSTALGIE)

Care amiche,eccomi qui!Vi ringrazio per le parole di conforto per me e per le preghiere alla mia amica scomparsa!Devo ammettere che è dura andare avanti e sapere che la sua voce e la sua persona posso solo averli nel cuore.E con grande fatica riprendo il mio blog.E siccome il mio blog non è solo di arredamento ma è anche parte della mia vita,in questo angolo dei racconti,voglio parlare di lei,raccontare la nostra storia,la nostra bella amicizia nata 33 anni fà!


                  PENSANDO A TE...........

Gennaio 1980
Ormai ,mancano due mesi,tra poco diventerò mamma!Il corredino è pronto e sono molto eccitata,comincerò il corso preparatorio al parto,incontrerò altre future mamme e sarà bello condividere dubbi e paure.Mi avvio a piedi al Consultorio.Quando arrivo,vedo tanti pancioni e tanti 
cuscini per terra.Donne giovani,quasi tutte al primo figlio.Si chiacchiera,ci si presenta.Laggiu' in fondo,vedo una ragazza minuta,con i capelli neri e la frangetta,sembra quasi una ragazzina.Di sicuro è la piu' giovane.Ha quasi 20 anni,a vederla sembra meno,è lei :Antonietta!
Passano i giorni ed ogni lunedì la ginnastica e poi tutte e venti con i nostri pancioni si va a prendere un gelato!All'inizio non lego molto con Antonietta perchè parla poco,sembra quasi spaurita.
E arriviamo a fine marzo,il corso finisce e ognuno va al suo destino.
Ma il destino mio e di Antonietta si intreccia:siamo arrivati al 15 aprile e la mia bambina tarda a nascere,mi devo ricoverare,sono molto spaventata.Entro in ospedale,stanza n° 9.Poggio la valigia sul letto e lo sguardo mi và alla mia vicina .....è Antonietta.Che bello!Non siamo sole.....e fu subito "feeling!"Ricordo che restavo incantata delle cosine che Antonietta aveva nella sua valigia:le belle camicie da notte ricamate e quella pochette piena di prodotti per l'igiene personale.Tutti i suoi colori erano rivolti verso il rosa e il suo stile era dolce e romantico,proprio come piaceva a me.Passavamo i pomeriggi a passeggiare per le corsie a raccontarci la nostra vita e ad aspettare che le nostre bambine venissero al mondo.Quel venerdì notte lei cominciò ad accusare i primi dolori e la portarono in sala parto.Io restai ad aspettare ma poi mi addormentai,poi ricordo mi svegliai e vidi lei in braccio al portantino che la rimetteva a letto.Non mi resi conto del tempo passato e dissi:"ma non hai partorito piu?'"E' il portantino:"Come?E' nata una bella bambina!"Quella notte le nostre compagne di stanza penso dormirono poco per tutte le nostre chiacchiere.Arrivò la mattina del 19 aprile e come già succedeva da tre giorni,io fui riportata in sala travaglio dove mi mettevano il "pilotato,perchè il mio tempo era scaduto da parecchio e la mia bambina doveva nascere.Alle otto di sera nacque Marica.
Al mio rientro in camera trovai un bel fiocco rosa attaccato al letto:merito di Antonietta.Con i nostri fagottini tra le braccia continuavamo a farci confidenze!Nonostante la nostra giovane età,eravamo sicure pronte a far le mamme.Quell'anno,fu' una primavera fredda e noi tornate a casa ci sentivamo per telefono,aspettando una bella giornata per vederci e portare le nostre bimbe a passeggio!Così cominciarono le nostre passeggiate al parco,i nostri pomeriggi insieme a parlare di bimbi, e casa.Marica e Debora crescevano,le stagioni si susseguivano e arrivava anche il tempo dell'estate.
Ricordo i bei pomeriggi al mare tra merende,giochi e castelli di sabbia.Andavamo a Prenatal a comprare i vestini alle nostre bimbe,ai compleanni,soffiavano spesso le candeline insieme.Gli anni passavano e arrivò anche il tempo della scuola e a me arrivò anche un altro figlio.Quanti bei pomeriggi insieme a prendere il théUn giorno sulla spiaggia Antonietta mi confesso di aspettare un altro figlio.Il giorno che andò a partorire ,sua figlia restò a casa mia ed io la preparai al lieto evento e la sera andammo a vedere il nuovo pargoletto.Sempre, in ogni occasione,sapevamo di poter contare l'una sull'altra..Le nostre figlie era come se avessero due mamme:a volte Debora restava qualche giorno a casa mia e Marica a casa sua.Divennero grandine e fecero catechismo e comunione insieme e alle superiori si trovarono nella stessa classe.Condividemmo i problemi dell'adolescenza e loro prime marachelle.Antonietta ed io avevo in comune anche il modo di arredare casa nella maniera romantica e vintage e non ci perdevamo un martedì al mercato.Anche a casa sua le lenzuola diventavano tende e le tendine tovaglie!Amava il rosa e i colori pastello.I nostri regali erano sempre indovinati.Il giovedi mattina dopo aver portato i figli a scuola andavamo a far spesa insieme e quando aprirono i primi discount ci divertivamo a scoprire prodotti nuovi.Sempre insieme,presenti nelle cose belle e in quelle brutte!Il 2011,per noi fu' un anno brutto,io mi ritrovai ad affrontare la morte di mio padre e di altri cari parenti e lei ebbe problemi con l'ictus di sua madre e ci aiutammo a vicenda.Ma la malattia di sua mamma fu molto lunga e la impegnò molto che lei preferì restare piu' isolata insieme alle sue sorelle.Ogni tanto ci telefonavamo e riuscivamo a vederci poco.Io rispettavo la sua volontà ma la portavo sempre nel cuore.Sapevo anche che aveva cambiato casa.Arriviamo a fine gennaio di quest'anno,quando vengo a sapere che ha pochi mesi di vita.Non riesco a crederci!L'impulso è quello di andare subito ma ho paura di farle del male perchè a volte quando si sta male non si ha voglia di vedere nessuno anche l'amico piu' caro e si rifiuta il mondo.Così cerco di capire tramite chi le sta intorno cosa è meglio fare e so che le fà piacere,allora prendo il telefono e tremo.Lei mi risponde,non so come prendere l'argomento e le dico semplicemente se le fa piacere se la vado a trovare.Lei mi dice che io sono sempre la benvenuta.Sono al settimo cielo,non faccio altro che piangere e pregare.E così ricominciano i nostri pomeriggi insieme,fra te e chiacchiere.Con grande piacere,scopro che nella sua casa ci sono ancora i miei regali fatti nel corso degli anni.Lei ha tanta voglia di parlare e di raccontare i nostri episodi degli anni passati.E' così bello stare insieme,ma quando esco da casa sua mentre guido fino a casa mi scendono le lacrime.Mi ritrovo sempre a pregare a sperare in un miracolo.Un giorno arriva una bella notizia,sembra ci sia qualche speranza,piango di gioia.In fondo, la vedevo colorita,in forza.In uno dei nostri pomeriggi insieme è proprio lei a parlarmene e la vedo serena.Intanto,la ricopro di regali,di torte fatte in casa,voglio regalarle qualche ora di felicità.Prima di Pasqua,ci scambiamo gli auguri e le dico:"ci vediamo dopo le feste".La notte del 5 aprile,sento un malessere,mi sveglio con il mal di testa e non riesco a dormire e faccio anche uno strano sogno.La mattina mentre sto innaffiando le mie piante,squilla il telefono:LEI NON C'E' PIU'.No,non è possibile,ci avevano dato delle speranze,ma come ci dovevamo vedere il pomeriggio!Nessuno se lo aspettava,ma come fra due giorni sarebbe stato il suo compleanno!Ma perchè gli angeli lo volevano festeggiare in paradiso,qui giu' c'erano tante persone che la volevano.Quando sono andata a casa sua,mi son dovuta fare tanta forza,vederla in quel letto tutto rosa.Tutto nel suo colore preferito,che è anche il mio!Che brutto vedere tutte le sue cose sistemate lì con le sue mani,tutta quella gente e lei lì che le parli e non puo' rispondere!Che strazio!Perdere un'amica è perdere una parte di te.Perchè lei non puo' piu' fare quello che ogni giorno faccio io?
Cara Antonietta,mi manchi tanto,ti penso sempre,ogni cosa mi parla di te:la cioccolata,le meringhe,il rosa,le vie della città.i fiori,i cuori,il thé,la pizza,i tacchi,e tanto altro.
Ricorderò sempre il tuo sorriso,il tuo altruismo,il nascondere la tua sofferenza,la tua forza,il tuo coraggio,i tuoi modi garbati,la tua dolcezza,il tuo amore per la famiglia,per la casa,per le cose semplici,la tua amicizia.
Questa notte ti ho sognata,eri in mezzo a tanta gente e ti guardavi intorno meravigliata,avevi il vestito che indossavi alle mie nozze d'argento.Questa mattina,sono venuta a trovarti nella tua nuova dimora,dove non possiamo prenderci piu' il thé,ti ho portato un angioletto bianco.Ho parlato con te,ma so che posso parlarti in qualsiasi posto.Ti conosco così bene che è facile sapere le tue risposte alle mie domande.Ti porterò sempre nel mio cuore!Non è stato un caso quel giorno di 33 anni fà che di tante che eravamo al consultorio ci incontrassimo proprio noi due.
Cara amica,riposa in pace,colora di rosa e di fiori il cielo con gli angeli.
Ora saprò che quando un giorno arriverò anch'io,ci sarai tu ad aprirmi la porta e troverò una bella tavola rosa e potremmo di nuovo prendere il nostro thé!
Per ora sono qui e continuo a vivere pensando a te!
TI VOGLIO BENE!
ROSETTA

25 commenti:

ღ Rosalba ღ Le semplici ricette di Nonna Papera ღ ha detto...

Rosetta, mi si stringe il cuore mentre le lacrime mi bagnano il viso, vorrei avere parole che ti potessero dare conforto, ma so che non esistono. Devi farti forza in tutti i modi possibili, anche contro voglia, ti abbraccio forte e ti sono vicina, un bacio Rosalba

Rosy ha detto...

Carissima Rosetta...mi sono commossa nel leggere le tue parole,mi sono scese le lacrime............
so benissimo che nessuna parola per quanto possa sembrare giusta, in realtà non può mai donarci la pace..il dolore è troppo grande.....
eppure, come ha scritto anche Rosalba sopra, concordo con il fatto che devi cercare farti coraggio, anche se è difficilissimo..se non impossibile.....perdere una persona così cara è come sentirsi svuotati e perdere una parte importante di te, cui sono collegati ricordi bellissimi e carissimi....
Voglio farti sapere che ti sono vicina e che ti abbraccio fortissimo.....
Rosy

Barbara F. ha detto...

Oh Rosetta, I am so sad to learn of your friend's passing. I know what you're going through. The fifth of April, strong feelings and memories for me, too. So strange. She will be around, Rosetta, never fear, looking out for you. May she rest in peace. (((hugs))) xo

bear's house ha detto...

...commozione...
Un fortissimo abbraccio! NI

Rosa ha detto...

ciao Rosetta, bellissima dedica ad un'amica di vita, molto commovente, un abbraccio rosa

ziapolly ha detto...

Cara Rosetta quando perdiamo qualcuno che amiamo il dolore diventa parte integrante del nostro quotidiano, per sempre. Ma posso dirti, perchè ne sono certa, che la tua amica è solo "fisicamente assente", perchè sarà per sempre a fianco di chi l'ha amata. Mi sembra quasi di vederti mentre hai scritto questo post, con lo stomaco chiuso, e le lacrime che scendono. Capisco, capisco benissimo. So quanto sia doloroso e difficile da accettare, o meglio, subire un destino amaro come per Antonietta. Ti dedico una dei tanti messaggi lasciati da S. Agostino "I nostri cari che ci hanno lasciato non sono degli assenti: sono degli invisibili che tengono i loro occhi pieni di gloria fissi nei nostri pieni di lacrime." Un grande abbraccio amica mia. Paola

Antonella ha detto...

Che storia dolce e commovente...Un abbraccio forte forte.

Gianna Ferri ha detto...

Ti può consolare che hai conosciuto un'amica speciale...

Ti abbraccio forte, Rosetta.

Sopa Azul ha detto...

Solo puedo decir: un fuerte abrazo. x

domenica.60 ha detto...

Parole dolcissime che raccontano l'Amicizia.
Un saluto caro
Franca

Alessandra ha detto...

La tua carissima amica, non smetterà mai di vivere in te. Hai fatto un post pieno di sentimento ed il tuo nuovo angelo è lì accanto a te che ti abbraccia per i bellissimi ricordi che hai fatto rivivere. Il dolore di una perdita è uno degli ostacoli più grossi che la vita ci dà. Ma ricorda che anche la tua amica viveva " in rosa" e vorrebbe che tu continuassi ad essere la romantica Rosetta di sempre.
Un fortissimo abbraccio.

Imm@ ha detto...

Cara Rosetta in questo particolare momento ti sono vicina col pensiero, il dolore è grande ma la tua infinita dolcezza saprà mitigare tutto, hai fatto un post meraviglioso hai condiviso con noi la tua bellissima amicizia con Antonietta sei unica come sempre, ti abbraccio, Imma...

Eugenia - My New Old Life ha detto...

Rosetta cara, ho letto tutto d'un fiato e ho pianto insieme a te! Non ho parole per aiutarti a superare questo enorme dolore!
Solo un abbraccio stretto stretto... eniente più...

Geillis ha detto...

Davvero una di quelle amicizie che ti accompagnano per un bel pezzo di vita, lei sarà sempre con te...un abbraccio forte forte

Sabrina Ildebrando ha detto...

Rosy il tuo racconto ha commosso anche me!!
Anche se non conoscevo la tua amica,ho pregato insieme a te e speravo anche io che arrivasse a fare la nuova cura con successo!!
Secondo me le persone devono prendere il volo solo quando si arriva alla vecchiaia quella,piena di rughe,con la schiena curva ed il respiro pesante,la testa che scoppia per 100 anni di vita e non prima!!
Sai che come posso ti sono vicina e quando hai voglia di sfogarti,io ci sono!!
Un abbraccio forte forte,sono sicura che la tua amica ti vorrà dire di essere fiera di aver vissuto la tua amicizia!!
Sabry!!

Letizia ha detto...

Cara Rosetta,
sono qui che piango.Qualunque cosa io ti dicessi sarebbe inutile ad alleviare il dolore.Devi essere contenta per aver avuto il dono di conoscere una persona meravigliosa,e fin quando la porterai nel tuo cuore lei sarà sempre viva!
Un abbraccio forte,forte,
baci,
Letizia.

°°valeria°° ha detto...

cara Rosetta, in ogni tua parola, in ogni tuo ricordo mi sono emozionata ed immedisimata...
quello che gli altri vedranno come un puntino rosa, tu lo vedrai con il volto di Antonietta..
ora ti senti come schiacciata, come se una valanga ti avesse sotterrato, ma cara Rosetta non puoi buttare via tutte le macerie in una sola volta, ha bisogno di tempo per rimuovere le pietre una alla volta, e forse, con l'aiuto di qualcuno...io sono qua!
sentirsi giù è una reazione naturale alle ferite della vita...
sei nel mio cuore e nei miei pensieri, con infinito affetto ti mando un abraccio fortissimo VAleria

lory ha detto...

Rosetta cara, mi hai fatto piangere..con il tuo racconto così dolce e pieno d'affetto per la tua amica perduta...ma quando i ricordi sono così vivi e presenti nel nostro cuore è come se lei fosse qui in mezzo a noi a sorridere con te!!!!! sei stata un'amica preziosa e speciale e lei da lassù ti proteggerà!!!!! ti abbraccio fortissimo Lory

ANNA ha detto...

Rosetta cara, quanto amore e quanto dolore in questa tua pagina di diario!Vorrei poter portare via il dolore ed esserti più di aiuto! Anche se conoscevo la storia della vostra amicizia, l’ho letta tutta d’un fiato e le lacrime mi hanno fatto compagnia!
Proprio per il percorso di vita che avete condiviso,anche se ora ti sembrerà difficile,Antonietta ti direbbe che devi continuare a essere te stessa, sorridere (anche se vorresti piangere), creare angoli romantici … apparecchiare una tavola romantica per un tè, piantare nuovi fiori in terrazzo, contornarti di tutte le cose che ami, passeggiare, sorridere, sfogliare la tua rivista preferita, assaporare momenti di silenzio … colorare le tue giornate di rosa… pensando a lei.
"ANTONIETTA CON TE SARA’…SEMPRE, NEL CUORE E NELLA MENTE".
L’angelo te lo sta dicendo con un bacio! Io te lo dico con tutto il cuore!
TVB e ti abbraccio forte!
Baci rosa Anna

Anna ha detto...

In ritardo come sempre cara amica ma con le lacrime agli occhi leggendo questo post...ne abbiamo parlato di persona ma ti ripeto che ti sono vicina, ti penso e prego perchè Antonietta trovi un mondo migliore Lassù.
Un abbraccio grande e colmo di affetto.
La tua amica lontana ma vicina
Anna

Anonimo ha detto...

Carissima amica mia,
ci hai fatto piangere tutte con il
racconto della tua amicizia con
ANTONIETTA! me ne avevi già parlato,
ma,scrivendo, riesci a trasmette
ancor di più le tue emozioni e tutto
il bene che le volevi! IO non riesco
a dirti molto,perchè mi sto
immedesimando troppo e sto soffrendo
con te,sappi solo che sei stata tu, con la tua presenza, a regalarle gli
ultimi attimi di serenità.....
LILIANA

giovanna ha detto...

Rosetta mi spiace tantissimo per questo dolore che porti nel cuore,perdere le persone care è la cosa più brutta che possa capitare! ma tu devi farti forza e pensare che Antonietta ha smesso di soffrire e da lassù pregherà per tutti voi!
ti abbraccio
Giovanna

MONICA ha detto...

Mi hai fatto commuovere,ti sono vicina,ti abbraccio forte.Grazie per aver condiviso con noi i tuoi pensieri.

Katia Fornasiero ha detto...

Che bellissima amicizia, che forte legame e che commozione leggerti
e sento il tuo cuore battere a mille quando hai sentito dirti "tu sei sempre la benvenuta "...

Sento il tuo cuore ...che è riscaldato dall'amore che ti ha lasciato, no che ti scalda ogni volta che pensi a lei...perché un'amica così è sempre vicino a te, anche se purtroppo non si può più abbracciare fisicamente
Vive sempre nel tuo CUORE

Ti abbraccio forte cara regina dei fiori ❤

Donatella Cipolla ha detto...

Mi è venuto da piangere Rosetta, mi raccontavi di Antonietta e rileggere la storia così fa effetto. Un abbraccio forteeeee cara

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
The Romantic Rose

Pagine