Questa è una piccola casa,entrando sentirai odore di rosa,thè e cioccolata.Sarai avvolta da colori tenui e delicati.Ogni oggetto avrà una storia da raccontare,qualche poesia ti cullerà...........e questo è un invito a farti sognar.......
i miei cari lettori:ogni finestrina che si apre è un nuovo sorriso che nasce

Lettori fissi

ME

La casa è la mia passione!Amo le tazze inglesi,i pizzi e i merletti,il rosa e le rose.Amo arredare in romantico,adoro lo shabby-chic, il vintage.Sono felice con le piccole cose,amo i colori dell'autunno,le atmosfere dell'inverno e del natale.Adoro la pioggia che batte sui vetri,i tramonti sul mare e sui tetti delle case,le foto dei miei figli bambini!Mi piace sognare!
PREGO! ACCOMODATEVI!

Prego!Accomodatevi!

Prego!Accomodatevi!

potete sedervi a tavola!

potete sedervi a tavola!

sabato, luglio 11, 2015

L'ANGOLO DEI RICORDI (racconti, emozioni e nostalgie)

VACANZE ROMANE LONTANE!


Care amiche,in questi giorni di caldo intenso dove per me è impossibile sentirmi bene, non posso far a meno di pensare a quando da bambina reggevo bene il sole e il caldo!E doveva reggerlo bene anche mia zia Maria che alle 15 del pomeriggio mi portava in giro per Roma.
Il mese di luglio, invece di passarlo al mare, lo passavo a Roma con mia nonna e mia zia.Poi ad agosto si partiva per la mia città di mare.
Voglio raccontare proprio i miei sabati di luglio!Si perché il sabato mia zia non lavorava.
Dopo aver pranzato, indossavo uno di quei bei vestitini che lei stessa mi cuciva, calzini e scarpette bianche, una piccola borsetta di rafia ed un ventaglio!Mia zia era molto elegante con i suoi vestitini anni '60 , rossetto rosso e profumo chanel n°5!
Un bacetto alla nonna che restava a casa e via a prendere l'autobus il 112.
Il campanile della piazza segnava le 15.
L'odore dell'asfalto rovente, si confondeva al profumo di mia zia e all'odore della mia borsetta!
Un rumore stridolo di freni, mi faceva capire che stavamo partendo ed io cominciavo a sventolarmi, mentre si susseguivano davanti ai miei occhi immagini di case e di fossi.
Arrivate al centro scendendo dall'autobus ci trovavamo in mezzo ad un mare di turisti.
Mia zia mi portava a visitare le chiese:Santa Maria Maggiore, mi è rimasta impressa perché aveva un confessionale con una specie di bastone sopra e mia zia mi raccontava che nei secoli passati ad ogni peccato un colpettino in testa!
Passavamo da una parte all'altra e mettere un soldino nella Fontana di Trevi per me era un rito!
Amavo fermarmi a bere a tutte le fontanelle che incontravo e Roma ne ha tante!Mi piaceva ammirare tutti i negozi di fiorai che si trovavano lungo la strade!
Mia zia amava fermarsi ad una famosa pasticceria siciliana che penso si trovasse vicino Piazza Esedra:DAGNINO.Ho tutto impresso qui nella mia mente com se fosse stato ieri.
Ed in questa pasticceria piena di vetrine luccicanti e dolciumi prendevamo il latte di mandorla!
Mia zia,diceva:come lo fanno qui,non lo fanno da nessuna parte!
Il nostro cammino riprendeva!Quando mi portava a visitare la chiesa dei frati cappuccini, devo dire che non ero molto contenta.Non so se ne siete al corrente!Le ossa di ogni frate che moriva venivano conservate e ne facevano lampadari!Brrrr!!Horror!Inoltre, c'erano gli scheletri dei frati nelle tuniche!Mia zia ne parlava con disinvoltura perché li era così.Ma io il sabato successivo non volevo tornarci!Invece mi riprendevo, quando mi portava alle giostre o a vedere il teatrino ambulante.
Faceva molto caldo,mi piaceva girare per le bancarelle piene di souvenir.Riportavo sempre a casa qualcosa e un nuovo ventaglio.Ne avevo la passione!Finiti i giri turistici si andava alla Upim e alla Rinascente e anche qui rimediavo qualcosa!
E quando il sole si abbassava nel cielo della bella Roma, ci si avviava alla fermata dell'autobus.
Non so perché anche se faceva caldo mentre tornavamo verso casa mi veniva voglia di minestrina!
Quando la nonna ci apriva la porta,vedevo la casa illuminata dal tramonto del sole e dalla radio sentivo queste parole:Ascolta,si fa sera!Era una rubrica che ancora oggi esiste!
La cena era pronta!
Volevo molto bene a mia nonna e a mia zia,qualsiasi momento passato con loro per me era speciale!
La mia nonna non c'è più da tanto tempo!La mia cara zia si ma vive lontano!Quando ci sentiamo al telefono,ricordiamo spesso questi bei momenti!
Ringrazio Dio di avermi donato tanta memoria!Ricordo eventi,situazioni,odori come se fosse ieri!


In questa foto ero cresciuta!Avevo 14 anni.......ma amavo sempre andare in giro per Roma con la mia cara zia!
THE ROMANTIC ROSE

11 commenti:

Valentina ha detto...

Che bel racconto Rosetta! Che bella ragazzina di 14 anni! Leggendo mi sembrava di vedervi ma toglimi una curiosità: all'epoca quanti anni aveva tua zia? Un bacio dall'afoso Veneto.

Emyly Cabor ha detto...

Cara Rosetta, i ricordi belli fanno bene al cuore e nutrono l'anima di amore. Il tuo ricordo è bellissimo, come un racconto di altri tempi.
Un abbraccio

Emy

Anonimo ha detto...

ROSETTA,
hai descritto un pezzettino della tua vita con una sensibilità che hai
solo tu! Mi sembrava di essere lì con voi,in una Roma arroventata dal caldo,ma bella, bella, bella!Io ti conosco da sempre,conosco zia MARIA
ma tanti particolari non me li avevi mai raccontati e,ti posso assicurare che mi ha fatto piacere venirne a conoscenza,come a completare un qualcosa che mancava!Che bello aver condiviso dei momenti con zia MARIA e tua nonna, ti ricordi cara amica?Sto diventando nostalgica! Baci,
LILIANA

patrizia tangocci ha detto...

Grazie Rosetta di questo bel racconto, mi ritrovo molto pur non essendo mai vissuta a Roma, noi io mia zia e mia nonna facevamo queste passeggiate tipo le tue , a Firenze.
La memoria dell'i fanzia è un gran patrimonio da conservare per tramandare ai figli e nipoti, anche se itempi cambiano i ricordi sono sempre adcoltati con affetto!
Buona serata , un bacio Pat

Alessandra ha detto...

Dolce Rosetta, tu hai un dono quello di ricordare e descrivere il tuo passato come se fosse ieri. Le tue parole rivelano tutto l' amore e la nostalgia dei bellissimi ed indimenticabili momenti che hai trascorso con i tuoi cari.La foto di quando avevi 14 anni è favolosa.
Bacioni
Alessandra

Mariette VandenMunckhof-Vedder ha detto...

Cara Rosetta,
Bei ricordi da tua zia e quando stavi crescendo. Qui il calore è molto male anche in luglio e agosto, ma siamo riusciti.
Baci,
Mariette

ANNA ha detto...

Rosetta che bella foto! Sei bellissima! Dolcissimo post! Mi hai fatto vedere un pezzo della tua infanzia e visitare Roma insieme a te a alla tua cara zia!
Fare memoria dei nostri ricordi serve a farli vivere e a farci emozionare come se li stessimo vivendo in questo momento!
E io mi sono emozionata nel leggerti...grazie amica per questa condivisione! TVB! Dolce notte e sogni "rosa"!
Bacioni Anna

Donatella Cipolla ha detto...

Che bel racconto Rosetta, nonostante gli anni visualizzo ogni angolo di Roma... baciii

Cettina G. ha detto...

cara Rosetta che bei ricordi ,il passato non si deve dimenticare ,perché è da esso che nasce il presente. Un " caldo"abbraccio

Daniela ha detto...

Buongiorno Rosetta,
ti chiedo scusa se solamente ora passo a trovarti, ma non sapevo che anche tu avessi un blog, e che romanticismo che emana, è bellissimo, complimenti per la tua dolcezza !
Ti auguro una piacevole, serena giornata
Daniela

Brocante hobbykamer ha detto...

Love it . its all I like to..

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
The Romantic Rose

Pagine